Daniele Silvestri dà voce ai sedicenni a Sanremo con Agnelli e una dose di Rancore

Claudia Ruiz

In MUSICA / Claudia Ruiz / Comments

“Ho sedici anni ma è già da più di dieci che vivo in un carcere nessun reato commesso là fuori fui condannato ben prima di nascere”. In uno dei Festival di Sanremo più chiacchierati degli ultimi anni Daniele Silvestri porta sul palco un pezzo che parla di figli e di padri “Argento Vivo”. Un brano che personalmente potremmo considerare uno dei più belli di Sanremo2019 che fotografa la condizione di molti adolescenti. Parole forti sono state utilizzate da Silvestri, che ha scelto la penna e la sensibilità artistica di Manuel Agnelli per rifinirlo. 

Un pezzo che non nasce per essere rappresentato al Festival, ma che alla fine ha scoperchiato un vaso con un tema quello tra genitori e figli che ha ripercorso l’intera kermesse. 

E’ una canzone aperta, un grido di auto, un flusso di coscienza di 4 minuti in cui l’unico punto di vista è quello di un sedicenne non c’è volutamente contraddittorio ma solo il racconto di un malessere. 

“Quello nella canzone non è il mio punto di vista, – ha dichiarato Daniele Silvestri- è lo schiaffo che voglio dare attraverso l’utilizzo di quelle parole. Se  dovessi immaginare un contraddittorio probabilmente ho immaginato sarebbe quello di un insegnante. Non si può generalizzare ovviamente è sbagliato farlo, la scuola ha tentato di adeguarsi al mondo che cambia, il ruolo che svolgono i professori è fondamentale. Sono un nostalgico della politica, un padre che cresce dei figli in questa società e sarei un cieco a non vedere che i ragazzi vedono la scuola come una gabbia”.

Ha deciso di presentarsi al Festival di Sanremo con una certa dose di Rancore, anzi l’ha proprio evocato. Rancore è un giovane rapper che ha parecchia storia alle spalle, di contest, battle e un album pubblicato “Musica per bambini”. 

Nel susseguirsi delle esibizioni sanremesi i due cantanti hanno davvero trovato una chiave innovativa di raccontare uno spaccato generazionale, pieno di pathos e una certa dose di rabbia. Nella serata dei duetti la presenza di Manuel Agnelli coautore del testo fa capire a tutti la completezza della canzone, già visibile nel video ufficiale pubblicato su You Tube.

Nei prossimi mesi vedremo Silvestri impegnato nella promozione di un nuovo album ed un tour invernale nei palazzetti, ad anticipare questa uscita Daniele Silvestri ha pubblicato due 45 giri: Complimenti ignoranti (lato A) e Tempi Modesti (lato B), il secondo conterrà Argento Vivo. 

Vi invitiamo ad un ascolto attento della canzone, vi invitiamo al dialogo così come auspicato da Silvestri stesso, vi auguriamo di emozionarvi ed arrabbiarvi anche voi come i vostri figli/fratelli/amici. Abbandoniamo il rancore e impariamo a comunicare.