Confidenza di Starnone: l’amore declinato nei segreti da non dire

È lo scrittore italiano contemporaneo più apprezzato all’estero ed in Italia e poco prima dell’inizio del nuovo anno, Domenico Starnone è tornato in libreria con “Confidenza”. Il nuovo libro va ad inserirsi nella trilogia sentimentale iniziata con Lacci, proseguita con Scherzetto ed ultimata appunto con “Confidenza”, edito da Einaudi.

In circa 150 pagine scarse, Starnone torna a parlare di sentimenti, relazioni umane ed intimità in un modo diverso dal resto e dal contesto andando oltre le viscere e centrando il punto di cosa significa stare insieme. Il protagonista del libro è Pietro Vella che vive insegnando al liceo. Anni dopo la maturità, Pietro incontra Teresa, sua alunna. I due si innamorano follemente, nonostante la personalità irrequieta di lei e la differenza d’età. Il loro rapporto è così intenso che i due cedono e l’uno rivela all’altra un segreto e viceversa. Questo momento di confidenza li legherà per sempre.

Pietro sceglierà di sposare Nadia, una sua collega con ambizioni che ben presto sarà costretta a reprimere, ma non dimenticherà mai Teresa ed il segreto che le ha donato e per tale motivo cercherà di non perdere mai i contatti. C’è di più, però. Pietro ha modo di scrivere un libro su cosa pensa del mondo scolastico che frequenta da anni e questa possibilità lo aiuta a diventare conosciuto e famoso, ad essere invitato come opinionista e a scrivere altri libri.

La vita di Pietro, così, si riempie di altro e l’importanza di mantenere una reputazione scevra da qualsiasi ombra diventa la sua fissazione a tal punto che Pietro sente il bisogno di avere la certezza che Teresa non riveli quanto lei sa. “Confidenza” è l’ennesima prova di maestria linguistica, stilistica e creativa di Domenico Starnone che pone al centro del suo narrare l’amore. No amore carnale, viscerale, patetico, desiderato, ma l’amore che diventa tale quando due si uniscono per sempre sotto il segno delle cose da non dire che invece vengono confidate all’altro senza pensarci su troppo. È questo che lega due persone più di ogni altra cosa: la libertà di sentirsi a proprio agio nello smascherarsi in chi si è davvero senza vergogna.

Non è un caso se il libro si apre con un monologo sull’amore e su come il protagonista lo vive e lo sublima. Non è un caso se nel segno di quell’amore Pietro Vella accetta i comportamenti di Nadia dopo la nascita dei figli e non è un caso però se per amore per se stesso sacrificherà talvolta la carriera e talvolta la famiglia.

Molto interessante la scelta dello scrittore di suddividere il romanzo in tre racconti e lasciare che la vita del protagonista venisse spiegata da lui in prima persona, poi dalla figlia e infine dalla stessa che custodiva il suo segreto.

“Confidenza” di Domenico Starnone vi piacerà perché ha in sé saggezza, temperamento e stile. Vi riconoscerete nel protagonista perché in ognuno di noi c’è un Pietro Vella quando amiamo, ci affidiamo ad un’altra persona e ci lasciamo andare e conoscere per chi siamo. Buona lettura!