Come ricreare una spa in casa

Finalmente l’autunno è arrivato, e con esso aumenta la voglia di rimanere a casa a coccolarsi e godersi una serata rilassante. Per questo motivo voglio darvi qualche idea per ricreare una spa in casa e dedicarvi a voi stessi per una serata.

Prima di tutto create l’atmosfera giusta. Per potervi rilassare seriamente, dovete calmare tutti i vostri sensi, quindi accendete delle candele profumate che creeranno una luce soffusa ed un ottimo profumo, mettete in sottofondo un po’ di musica rilassante e infine indossate qualcosa che vi piace e con il quale vi sentite comodi ed a vostro agio.

A questo punto potete iniziare con tutti i trattamenti di bellezza che vi fanno stare bene, io vi elenco quello che piace fare a me, ma non dovete seguire necessariamente tutti gli step.

Prima di tutto faccio in doccia uno scurb alla pelle, in genere ne faccio sul momento uno di quelli menzionati in questo articolo Idee per scrubs fatti in casa per ogni tipo di pelle.

Delle volte invece, quando voglio sentirmi davvero in una spa riempio la vasca con acqua calda, la riempio di schiuma e rimango ammollo per ore a leggere un buon libro o semplicemente ad ascoltare musica e godermi l’idromassaggio. (Questa non è una cosa che faccio spessissimo, poiché riempire la vasca richiede uno spreco d’acqua non indifferente, ed è importante pensare al nostro pianeta.)

Dopo questo passaggio mi piace depilarmi (uso la lametta, non sono una sadica masochista) per sentire la pelle bella morbida e liscia.

Dopo di che, uscita dalla doccia, con i capelli super profumati, mi piace asciugarli con il phon per riscaldarmi e sentire il profumo diffondersi nell’aria.

Una volta che i capelli sono asciutti ed in ordine, mi piace spalmare una buona crema idratante su tutto il corpo, approfittandone per farmi qualche massaggio.

Subito dopo, corro a mettermi un bel pigiama caldo, e vado a mettermi sotto le coperte che devono assolutamente essere pulite e profumate.

A questo punto non vi resta che scegliere un bel film rilassante e guardarlo da sotto le coperte. Vi sfido però a non essere così rilassati da addormentarvi prima della fine del film.



redazione