Come riaccendere la passione: i consigli di un vero esperto

Se l’intimità con il partner è sempre più spenta, forse è arrivato il momento di provare a riaccendere la passione: sentiamo che cosa ci consiglia un esperto del settore come il gigolò Romeo.

Si dice che il matrimonio sia la tomba dell’amore: tu che cosa ne pensi?

Non sono d’accordo, ma bisogna sempre distinguere tra la passione e l’amore. Con il passare del tempo è scontato che la fiamma della passione vada via via affievolendosi, ma questo non è certo un problema. Infatti ci sono un sacco di modi per tenere acceso il fuoco: tante coppie mi contattano proprio per questo, e così riescono a rendere la loro storia ancora più forte. L’atto sessuale è ancora più coinvolgente e gratificante se si conoscono i gusti dell’altra persona.

Tu che cosa consigli di fare?

È molto importante essere presenti, prestare attenzione a quello che si fa e a come ci si comporta. Nella nostra vita di tutti i giorni in troppe occasioni tendiamo a usare il pilota automatico e a procedere per inerzia, quasi come se non ce ne rendessimo conto. Questo non va bene, perché se è vero che ci sono contesti in cui un atteggiamento simile consente di non consumare troppe energie è altrettanto vero che questo non va proprio bene in un rapporto di coppia. Non c’è niente di peggio dell’abitudine e della routine per uccidere qualsiasi forma di passione. Quello che io suggerisco è di fermarsi per un secondo, per capire che cosa si ha e quanto si è fortunati ad averlo.

In altre parole?

Tra partner ci si dovrebbe guardare negli occhi come la prima volta, prestando attenzione a ogni singolo dettaglio dell’altro: le sue mani, i suoi lineamenti, anche i suoi difetti. D’altra parte sono proprio quelle le caratteristiche di cui, nel bene o nel male, ci si è innamorati. Le imperfezioni sono tutto ciò che ci rende speciali: non devono essere considerate in senso negativo, ma al contrario sono sinonimo di unicità. E le rughe? Beh, i segni del tempo raccontano la storia e la vita di una persona, e di certo sono molto più seducenti rispetto a quei visi di plastica alterati in modo incredibile dai filler e dalle iniezioni di botulino. Il mio invito è di riscoprire l’altra persona in tutti i suoi aspetti e in tutta la sua vitalità, cogliendone le emozioni e le sensazioni: questo è il modo per tornare a desiderarla come si faceva in passato.

E sotto le lenzuola come ci si deve comportare?

Non si deve aver paura di lasciarsi andare a qualche fantasia, anche se va oltre la normale trasgressione. Non si osa mai abbastanza, e azzardare una perversione può far cambiare in meglio un rapporto. Ovviamente è importante che si tratti di gusti condivisi, e che le trasgressioni più spinte abbiano il consenso di entrambi i membri della coppia. Per iniziare si può provare con qualche frase osè o con delle parole poco romantiche e molto eccitanti. In generale, comunque, per combattere i momenti di fiacca ci sono un sacco di possibilità, e il bello sta proprio nel valutarle e prenderle in esame tutte.

È necessario essere sempre vicini?

No, anzi: la passione si riaccende solo grazie alla distanza. Stare uno accanto all’altro per troppo tempo non fa altro che spegnere il fuoco: il rischio è quello di non essere più partner a letto ma fratelli. Insomma, ci si vuol bene, ma il sesso è un’altra cosa. Anzi, sarebbe addirittura auspicabile dormire in letti diversi e avere bagni separati, così che ogni incontro possa essere un momento atteso e speciale e non una routine che ormai si dà per scontata, con tutte le conseguenze negative che ne possono derivare. E a proposito di routine: la sciatteria è il peggior nemico dell’intimità. Vietato andare in giro con le ciabatte, i calzini e il pigiama, insomma. Anche se si è sposati da tanto tempo, poi, ci si deve sempre preoccupare di farsi belli per l’altra persona, di curare il proprio aspetto e il proprio look. Se non si dimostra di piacere a sé stessi, difficilmente si potrà piacere all’altro.

Le coccole vanno bene o no?

Certo che sì: di tanto in tanto gli istinti più sfrenati e gli atteggiamenti più disinibiti possono lasciare il posto a momenti di tenerezza, e quindi a coccole e carezze a letto o sul divano. Anche davanti alla televisione, magari mentre si guarda un film. E se poi in questo film ci sono delle scene ad alto tasso erotico, questa potrebbe essere l’occasione per rendere le coccole un po’ più spinte. Così, in men che non si dica la temperatura si farà più calda e del film ci si potrà dimenticare, per diventare protagonisti in prima persona di un kolossal a luci rosse.



redazione