Come determinare la forma del proprio viso per scegliere il taglio di capelli più adatto

Un taglio di capelli non è soltanto un fattore estetico, ma è legato direttamente all’espressione della nostra personalità, del nostro carattere e del nostro gusto personale.
Alcune persone restano fedeli al proprio taglio per tutta la vita, in alcuni casi perché non hanno il coraggio di osare e di cercare alternative, ma quasi sempre perché ritengono di non aver bisogno di cambiare. Questo è assolutamente legittimo, ma spesso le nostre condizioni fisiche vanno a modificarsi, anche piuttosto nettamente, durante il corso degli anni, facendo cambiare anche la resa di quel taglio specifico sul nostro viso. E così, dei capelli più diradati in certe zone finiscono per rendere una riga troppo pronunciata, o quei 5 chili di troppo rendono il nostro viso più tondo e più adatto ad un altro tipo di acconciatura. L’aspetto che non cambia è quello legato agli strumenti che vengono utilizzati per la realizzazione di quello specifico taglio. Avere a disposizione delle forbici di qualità come quelle di ForbiciTech, azienda specializzata nella vendita di strumenti da lavoro i professionisti del settore, permette di realizzare qualsiasi tipo di taglio, semplice o elaborato, usando tecniche diverse per acconciature sempre perfette ed eseguite in maniera impeccabile.
man wearing maroon V-neck t-shirt in forest

Come si sceglie il taglio di capelli adatto per un uomo?

Gli aspetti da considerare prima della scelta del taglio di capelli più adatto sono vari e vanno dalle caratteristiche del capello stesso (nello specifico la resistenza e la consistenza), alla presenza di particolarità anatomiche, sino ad arrivare alla forma del viso. Ad esempio, un naso molto pronunciato mal si concilia con tagli particolarmente corti che andrebbero a farlo risaltare ancora di più. Per chi ha invece delle orecchie grandi, l’ideale sarebbe optare per un taglio capace di scendere bene sui lati e di renderle meno importanti. Una stempiatura richiederà un taglio di media lunghezza per provare a nascondere i punti non coperti, mentre per chi ha capelli diradati il consiglio è quello di riequilibrare i volumi per occultare in parte il problema. Insomma, le strategie non mancano, e rivolgersi a un professionista capace, è il modo migliore valorizzare il più possibile il proprio look.

Come determinare la forma del proprio viso

La forma del viso è un elemento che dà la possibilità di fare una scrematura tra i possibili tagli. Per identificarla nel miglior modo possibile basterà dividerlo in quattro zone fondamentali  e andare con pazienza a misurare ciascuna di esse.

Lunghezza del viso

Procedere con la misurazione della distanza tra l’attaccatura frontale dei capelli più bassa e la punta del mento.

Larghezza della fronte

In questo caso basterà posizionare indice, medio e anulare sopra la punta esterna del sopracciglio e misurare la distanza fino al lato opposto.

Zigomi

Far scorrere il dito dall’angolo esterno dell’occhio fino a quando non s’incontra l’osso, e misurare a questo punto la distanza che c’è per arrivare allo zigomo opposto.

Mascella
L’inizio della mascella di determina mettendo due dita sotto l’orecchio. Dopodiché si parte con la misurazione sino alla punta del mento.

Tipologie di taglio in base alla forma del viso

Una volta annotati i risultati ottenuti dalla misurazione sarà possibile determinare a qual è la forma del proprio viso. Questo viene determinato in base alla predominanza di alcune misure rispetto alle altre.

A diamante/a triangolo: il ruolo più importante è giocato dagli zigomi e dal mento, entrambi particolarmente pronunciati. In questo caso l’ideale è mantenere le zone laterali della testa piuttosto piene per ammorbidire i contorni del viso.

Allungato/ovale: in questo caso a fronte di misure equilibrate per mascella, zigomi e fronte, ci sarà una prevalenza di quella relativa alla lunghezza. Qui la sperimentazione, sia a livello di taglio che di barba la fa da padrona, optando sempre per soluzioni quanto più equilibrate.

Tondo: qui ci saranno misure sostanzialmente equilibrate con linee della mascella e degli zigomi morbide.  In questo caso l’obiettivo è quello di mantenere ampio il volume sulla parte alta della testa.

Squadrato: anche qui misure regolare ed equilibrate, a differenza del caso precedente, le linee di zigomi e mascella risulteranno più robuste e meno aggraziate. Un viso mascolino avrà bisogno di tagli corti con giochi di sfumature che puntino ad alleggerire i lineamenti.



redazione