Cane cresciuto in una gabbia per canarini

La storia risale al gennaio del 2013
Ad Acquaviva fu salvato un cucciolo cresciuto in una gabbia per canarini.
Povera creatura è’ stata salvata da alcuni studenti vicino ad una fermata del bus ad Acquaviva: era costretta in una gabbia piccolissima, Natalina era tutta “piegata su stessa e aveva preso la forma della gabbietta” e ancora oggi fa fatica a stare su quattro zampe“
Probabilmente era stata costretta ad entrarci da piccola e poi non l’hanno mai più fatta uscire. Per fortuna è stata abbandonata sotto le feste natalizie e quindi il nome di Natalina. I volontari raccontano: “All’inizio non sapevamo neanche se poteva sopravvivere – riferisce Patrizia Buonadonna, presidente di Legalo al  Cuore Onlus e responsabile della sezione di Acquaviva delle Fonti, all’agenzia GeaPress che riportò la notizia – Poi grazie alle cure veterinarie ha iniziato a prendere una postura più regolare,   ma quando tenta di sedersi è ancora una pena infinita”. Comunque Natalina, oggi è stata adottata da una persona meravigliosa. E’ circondata da tanto amore e la compagnia di tanti fratellini acquisiti.Oggi ha fatto tanti miglioramenti ma sta di fatto che migliaia di animali, ogni anno vengono maltrattati, dimenticati, uccisi e torturati. Per fortuna Natalina ha trovato le persone giuste, forse, se non fosse stata abbandonata, ora sarebbe morta e comunque il desiderio di scoprire chi l’ha ridotta in questo stato è forte.



redazione