Calciomercato, tutto ciò che potrebbe succedere in queste ultime ore

Inizia ufficialmente la stagione e, come ogni anno, una buona parte delle rose della Serie A è ancora incompleta. Dalle più grandi alle piccole, tutte le società cercano sempre l’occasione giusta durante l’ultima settimana di calciomercato, quella in cui si trova quasi tutto in saldo. Dal rebus Ronaldo all’attaccante dell’Inter, ma non solo. Le piccole, alla ricerca di uomini salvezza, sono sempre quelle più attive poco prima del gong finale di mercato. Prevedere la materia del calciomercato è assolutamente impossibile, tuttavia, alcune strade sembrano essere segnate ed è da lì che possiamo trarne alcuni scenari possibili. Dunque, ecco tutto ciò che potrebbe succedere in Serie A nei prossimi sei giorni, gli ultimi della sessione estiva di calciomercato

Caos Ronaldo

La panchina di Udine fa un rumore assordante. “Scelta condivisa”, la frase utilizzata da Allegri e Nedved, “voglia di altre opportunità”, quella emersa dai maggiori esperti di calciomercato. Attenzione però, una cosa sembra essere chiara: Cristiano Ronaldo, ad oggi, non avrebbe mai chiesto la cessione alla Juventus. Inoltre, il macigno dei 31 mln netti a stagione ostacola al momento ogni tipo di trattativa. Ecco perchè tutti i club interessati (City, Man Utd, PSG, Real Madrid) non hanno mai formulato nessuna offerta ufficiale al club bianconero, che chiederebbe tra i 24-28 mln di euro per non andare incontro ad una minusvalenza.

La certezza è che Ronaldo abbia realmente voglia di altre opportunità ma allo stesso tempo, qualora rimanesse alla Juventus, siamo sicuri che dimostrerà ancora una volta il campione che è, garantendo gol, giocate e professionismo esemplare. Situazione in evoluzione, servono chiarimenti e anche immediati.

Teniamo d’occhio l’asse Parigi-Madrid-Torino, vi spiego: il PSG ha Mbappé in scadenza di contratto, il francese inoltre, ad oggi, non intende rinnovare. Ecco dunque che si aprono le porte di Madrid, una specie di terra promessa per il baby campione del mondo. Qualora Kylian Mbappé andasse al Real, vedere la coppia Ronaldo-Messi a Parigi non sarebbe utopia. Al contrario, se Mbappé (come sembra) rimarrà ancora per un’altra stagione sotto la Tour Eiffel, occhio agli assalti del Real Madrid su Cristiano, aldilà di ogni smentita fatta in questi giorni.

Cristiano Ronaldo-calciomercato.it

Per l’eventuale post Ronaldo (?), facciamo tre nomi per la Juventus: Icardi, G.Jesus e Martial, in rigoroso ordine di preferenza bianconera.

No a Thuram, sprint Correa o Belotti

Altra mini-telenovela di questa sessione di calciomercato è quella dell’attaccante dell’Inter, pronto a completare la coppia Dzeko-Lautaro dopo il clamoroso addio di Romelu Lukaku. Il preferito è sempre stato Duvan Zapata, bloccato (e scontento) a Bergamo. Thuram era un nome buono, sicuramente nel taccuino di Marotta. Tuttavia, il francese resterà fuori almeno 2 mesi dopo il recente infortunio procuratosi in campionato, dunque esce inevitabilmente dai radar nerazzurri. Correa sembra essere invece il nome giusto per la chiusura del cerchio. Talentuoso, capace di giocare sia con Dzeko che con Martinez e, soprattutto, pupillo di Simone Inzaghi. L’argentino ha da tempo chiesto la cessione, chiedendo anche a Igli Tare di poter rimanere in Italia. L’Inter è al momento l’unica opzione per il giocatore, che andrebbe chiaramente di corsa dalle parti di San Siro.

Da valutare anche l’opportunità Scamacca, al centro di mille voci di mercato e più in ottica Fiorentina nonostante la permanenza di Vlahovic. Attenzione anche al nome di Belotti, una situazione di cui parleremo dopo, ma assolutamente sul taccuino della dirigenza dell’Inter.

L’anno dei mal di pancia

Più che in altre edizioni di calciomercato, questa sessione si sta dimostrando folle, piena di colpi di scena e di mal di pancia più o meno improvvisi. Abbiamo parlato di Cristiano Ronaldo, abbiamo visto Romelu Lukaku prima dichiarare amore all’Inter e poi dopo nemmeno un mese chiedere la cessione sponda Chelsea. Addirittura, abbiamo assistito all’addio di Leo Messi da Barcellona.

In questo senso, i prossimi (e ultimi) giorni di calciomercato di Serie A promettono di essere altrettanto scoppiettanti in ogni sua sfaccettatura, dalle big alle piccole. Il primo degli scontenti è, come detto, Duvan Zapata, ormai ad un passo dalla permanenza a Bergamo, dove servirà ricucire un rapporto leggermente scosso dal calciomercato. Vlahovic non si muove e al momento non rinnova. Le voci sull’Atletico Madrid sono arrivate forti, erano concrete e qualcosa si è mosso realmente. Tutto bloccato però, il calciatore farà un altro anno a Firenze prima di spiccare il volo.

Mal di pancia inatteso è invece quello di Domenico Berardi, fresco campione d’Europa e voglioso di nuove sfide. Ancora una volta ci sarebbe di mezzo la Fiorentina, molto forte sul giocatore. Il Sassuolo non vorrebbe privarsi del suo capitano, ma Berardi mai come quest’anno valuta nuove opportunità. Attenzione a questo scenario, situazione in evoluzione e da ultimissime ore di mercato.

Domenico Berardi- stopandgoal

Le ultime ore di calciomercato potrebbero essere determinanti anche per Andrea Belotti, in gol alla prima di campionato contro l’Atalanta. Proprio i bergamaschi hanno a lungo valutato questo profilo senza affondare, mentre l’Inter lo tiene caldo come piano B per il suo attacco (avrebbe già l’accordo con i granata). Infine, tra gli scontenti ecco il nome di Nahitan Nandez, anche lui in orbita Inter. Nandez ormai da tempo ha dimostrato di essere un calciatore pronto per il grande salto, lui lo sa perfettamente e ha chiesto più volte la cessione senza essere mai accontentato. Si parla di promesse non rispettate, conti che non tornano e mal di pancia frequenti. Teniamo d’occhio la Premier e la sola Atalanta in Italia, forse l’unica pista concreta al momento per l’ex Boca.

Chi siamo certi si muoverà in questi giorni

Partiamo da Miralem Pjanic, oggetto del desiderio di Juve, Inter, Napoli e (forse) Fiorentina. Oggi ai margini del Barcellona di Koeman, il club blaugrana sarebbe disposto a regalare il cartellino del calciatore pur di liberarsi di uno stipendio pesante, da circa 9 mln di euro netti a stagione. Sul giocatore, come detto, molta Serie A. Le voci sulla Fiorentina erano fondate, ma il recentissimo acquisto di Torreira dall’Arsenal consegna ai viola la pedina che Vincenzo Italiano chiedeva (il regista), blindando quindi il ruolo che tendenzialmente occupa l’ex Juve. E allora? Da tempo è fortissima la pista che porta ad un eventuale ritorno alla Juventus, forse lo scenario più probabile.

Allegri adora Pjanic, è una stima reciproca tra due persone che per anni hanno lavorato (e vinto) insieme. Per questo ritorno però, la Juventus considera inevitabile la cessione di qualche elemento della rosa. Il nome di cui si parla sempre tanto in ottica uscita ad ogni sessione di calciomercato è quello di Aaron Ramsey, che rimane tuttavia bloccato da un ingaggio pari a 7 mln netti a stagione, vero e proprio tappo per una cessione che per la Juventus sarebbe ossigeno. Non a caso dunque, ecco che da giorni si parla di una eventuale e dolorosissima cessione di Weston Mckennie, rivelazione bianconera che piace in Premier e Bundesliga. Sarebbe davvero un peccato, valutazioni in corso.

Miralem Pjanic (Photo by Eric Alonso/Getty Images)

Il Milan ha invece praticamente chiuso per il ritorno di Bakayoko dal Chelsea, Zappacosta-Atalanta è cosa fatta mentre la Lazio cerca di sbloccare il colpo Kostic. La Roma resta vigile sul possibile nuovo centrocampista, anche se il nome di Zakaria appare lontano. Il Napoli potrebbe provare a raggiungere un centrocampista e un difensore (non basta Juan Jesus), vista la voglia di tornare a casa da parte di Manolas.

Altri movimenti

Mercato vivo anche (e soprattutto) tra le medie e le piccole, dove il Genoa tenta il colpo Stryger Larsen, offre un biennale a Caicedo e crede nel ritorno di Perotti. Simeone dovrebbe lasciare Cagliari, che a sua volta sta per chiudere l’operazione Dragusin dalla Juventus, mentre le neopromosse si muoveranno nelle ultimissime ore di mercato a caccia della migliore occasione possibile. Saranno i giorni della Fiorentina, dell’Empoli e dello Spezia che da la caccia ad un centrocampista e una punta. La Sampdoria prova a trattenere i suoi titolari, in particolar modo Thorsby, richiesto dall’Atalanta di Gasperini.

Menzione a parte la merita la situazione di Junior Messias, richiesto da ogni tipologia di squadra possibile. Prevalentemente sul calciatore ci sono molte squadre di seconda e terza fascia, ad esempio il Sassuolo e il Torino, da giugno la più vicina al colpo. Tuttavia attenzione, perchè nelle ultime ore i sondaggi di Napoli e Milan sono molto concreti, mentre il Monza appare defilato. Aspetta..il Monza? Sì, la società diretta da Galliani da mesi prova in ogni modo a strappare un accordo per il talento del Crotone, arrivando ad offrire 10 mln di euro pur di aggiudicarselo. Valutazioni in corso, saranno le sue ore. Il Torino probabilmente resta la squadra in vantaggio, ma è chiaro che le sirene delle big suonano forte nella testa del ragazzo.

Ultime ore, ultimi assalti. Il calciomercato è agli sgoccioli, e noi siamo pronti al gong finale.



Marco Cavallaro