Anziano con ragazza di 17 anni: il padre gli taglia i genitali

Una relazione tra una studente e il nonno di una sua compagna di classe genera la vendetta del padre della ragazza.

Processo incredibile a Bielefeld. Un padre di una ragazza di diciassette anni non tollerava la relazione della figlia con un uomo molto più grande di lei. Per vendetta l’uomo allora ha sequestrato l’amante della figlia insieme a due suoi complici, e dopo averlo spogliato e picchiato a lungo, ha finito la punizione togliendogli le cose più preziose per gli uomini, due testicoli. Una castrazione per aver osato toccare la sua bambina. Il padre ha detto che l’uomo la violentava, ma in realtà la relazione era consenziente, anche se certo controversa, quantomeno nella famiglia di lei.

CASTRAZIONE PUNITIVA – L’anno scorso una telefonata anonima ha informato un uomo di 47 anni che la propria figlia adoloscente intratteneva una relazione con una persona molto più anziana di lei, quasi sessant’anni. L’uomo era il nonno di una compagna di classe della ragazza. Il padre ha denunciato la relazione alla polizia, ma gli agenti lo hanno informato che se i rapportisessuali erano consenzienti come tutto lasciava intendere non ci sarebbe stato nulla di penalmente rilevante. Il padre della ragazza, in preda alla disperazione, ha meditato la vendetta. Prendendo droghe e alcol l’uomo insieme ai suoi complici ha preso il nonno sexy di sorpresa, picchiandolo ripetutamente. La punizione si è conclusa con l’evirazione dell’amante della figlia, che però non ha corso pericoli di morte dato che i sanitari sono stati informati subito del fatto, ovviamente in forma anonima.

PASSIONE TRAVOLGENTE – Al processo il focoso e anziano amante ha confessato che tra lei e la minorenne c’era un vero, grande amore, tanto che l’uomo ha abbandonato la propria moglie e i suoi cinque figlie per stare con la giovane. Un fatto che l’ha allontanato da tutti i suoi parenti. I rapporti sessuali avvenivano grazie all’assunzione di Viagra, e l’amante ha rimarcato come mai ha fatto violenza sulla giovane per fare l’amore con lei. La ragazza non vuole partecipare al processo perchè troppo scossa dalla vicenda, ma ha confermato l’assenza di ogni abuso sessuale nei suoi confronti, rimarcando però il suo attuale disagio psicologico. L’uomo che è stato castrato ha recuperato le sue funzioni sessuali grazie all’intervento ma vuole 150 mila euro di risarcimento danni per la violenza subita.



redazione