A spasso tra le eleganti vie di Vienna: la bellezza della città più vivibile del mondo

Di Silvia Vassallo  per Social Up!

Cuore pulsante della cultura mitteleuropea, Vienna è la meta ideale per un viaggio a “misura d’uomo” durante il quale, abbandonato il caos e la frenesia della grande metropoli, si abbia voglia di immergersi in una realtà urbana ma allo stesso tempo tranquilla e rilassante. Ciò non vuol dire che la capitale dell’Austria sia una città noiosa e monotona, anzi. In un incredibile incontro fra la grandiosità del suo passato e la vivacità del suo presente, ecco che ritroviamo maestose architetture barocche accanto ad eleganti elementi in stile Jugendstil, le sinfonie di Mozart accanto ai ritmi della musica elettronica, musei e palazzi ricchissimi di arte e storia accanto alle vie dello shopping, con i loro negozi e i loro caffè. La bellezza di Vienna sta proprio in questo: il suo potere di accogliere, incantare, far vivere a pieno esperienze tanto diverse quanto in perfetta armonia fra di loro.

Non c’è da sorprendersi quindi se, anche quest’anno, Vienna è stata eletta per la settima volta consecutiva come la città nel mondo che offre la più alta qualità di vita. A confermarlo è stata la Mercer, ovvero la società di consulenza globale per le risorse umane, che ogni anno rende nota la classifica delle città più vivibili dell’intero pianeta. L’indagine, che prende il nome di Quality of Living Survey, ha analizzato la performance di 440 città in base a 39 criteri specifici, divisi in dieci categorie: contesto politico, economico, sociale, sanità, scuola, servizi pubblici, cultura, commercio, situazione abitativa, ambiente. Non solo arte e cultura quindi: Vienna è stata incoronata regina delle città anche per il 2016 grazie alla presenza delle sue aree verdi, all'efficienza dei suoi mezzi pubblici, all'offerta per lo svago e il divertimento, al benessere dei suoi abitanti. Stando ai dati, sembrerebbe proprio il posto migliore in cui trasferirsi!

Nel frattempo, però, accontentiamoci di scoprire qualche curiosità in più su questo piccolo, grande gioiello europeo presentando 5 percorsi da non perdere per un soggiorno indimenticabile nell'elegante capitale austriaca. Willkommen in Wien!

Passeggiata nella Innere Stadt

Il centro storico di Vienna, la cosiddetta Innere Stadt (letteralmente “città interna”), si estende su un’area limitata ma compatta, e ha la particolarità di essere circondato da un grande boulevard a forma di anello, la Ringstrasse, che dalla metà dell’Ottocento sostituisce le antiche mura della città. Vale proprio la pena esplorarlo a piedi, addentrarsi fra i suoi vicoli per ammirare davvero le mille sfaccettature di Vienna: si passa dal viale del Graben, con le sue boutique di lusso e le sue chiese barocche, fino alla famosissima Stephanplatz, su cui si erge il simbolo gotico dell’Austria, lo Stephansdom, la cattedrale di Santo Stefano.

Procedendo lungo Kärtner Strasse, la via pedonale commerciale più frequentata del centro, alla fine potrete imbattervi in alcuni fra i principali palazzi di Vienna: la Staatsoper (il teatro dell’opera), il Rathaus (il municipio), il Burgtheater. Imperdibile, poi, la passeggiata lungo il Canale del Danubio, specialmente di notte.

Vienna imperiale

La dinastia degli Asburgo ha indubbiamente lasciato un segno profondo nella storia della città, rendendola una grandiosa capitale imperiale e donandole anche un ricchissimo patrimonio. Fra i monumenti più fastosi che meritano una visita, ricordiamo il Palazzo della’Hofburg, con i suoi appartamenti imperiali, il museo dedicato alla principessa Sissi e la Nationalbibliothek, la biblioteca barocca più grande d’Europa.

Ai confini della città, invece, si trova quella che può essere definita la Versailles austriaca: si tratta del Castello di Schönbrunn, l’incantevole residenza estiva degli Asburgo, con i suoi immensi giardini alla francese. Piccola curiosità: se amate gli animali e la natura, proprio qui potete visitare lo zoo più antico del mondo!

L’arte a Vienna

Vienna è il paradiso per gli amanti dell’arte in tutte le sue forme: qui il vecchio e il nuovo vanno a braccetto, e la miscela di epoche che si riflette sui monumenti e sulle architetture della città, dalla chiesa barocca di Karlskirche alla coloratissima casa di Hundertwasser, è testimone del dinamismo della creatività austriaca. Se siete appassionati di musei e collezioni d’arte, il Kunsthistorisches Museum è il posto che fa per voi, grazie agli innumerevoli capolavori di fama mondiale qui custoditi (opere di Caravaggio, Dürer, Bruegel e Arcimboldo, solo per citarne alcuni). L’arte moderna e contemporanea celebra invece il suo trionfo al MuseumsQuartier, dove spicca per esempio il Leopold Museum con la più ricca collezione al mondo di opere di Egon Schiele.

Ultimo ma non meno importante, il Palazzo del Belvedere, un’ex residenza principesca che oggi ospita una galleria d’arte. Proprio qui, potete ammirare il famosissimo “Bacio” di Gustav Klimt, principale esponente della cosiddetta “Secessione viennese”.

Svago e relax in mezzo al verde

Uno dei principali vantaggi di Vienna è la presenza di un gran numero di parchi pubblici distribuiti per tutta la città, dove rilassarsi, correre o semplicemente godersi la natura. In centro, attorno alla Ringstrasse, i “polmoni verdi” più amati e frequentati sono certamente lo Stadtpark, il Volksgarten e il Burggarten, mentre una menzione a parte merita il Prater, una vasta area di ben 1.700 ettari ricca di spazi verdi da esplorare a piedi o in bicicletta.

Come tutti sanno, però, il Prater deve la sua fama soprattutto al suo divertentissimo luna park, con 250 attrazioni per grandi e piccini, e alla Riesenrad, la leggendaria ruota panoramica di Vienna che si ferma soltanto due settimane all'anno per la revisione.

Il rituale del caffè

Il caffè, a Vienna, è un’arte di vivere, una componente così peculiare della cultura cittadina che nel 2011 è stata addirittura dichiarata dall'UNESCO Patrimonio Immateriale. I Kaffeehäuser, con le loro atmosfere calde e accoglienti, accompagnano i viennesi nelle loro giornate, sono i luoghi prediletti per leggere i quotidiani, lavorare o ritrovarsi con gli amici mentre si sorseggia un buon caffè. A proposito, ogni Kaffeehaus offre una lista impressionante di bevande a base di caffè, a volte anche alcoliche: le più diffuse sono il Brauner (espresso con un goccio di latte), il Fiaker (caffè con rum e panna montata), il Melange (il tipico caffè viennese, simile al cappuccino) e il Wiener Eiskaffee (caffè freddo con gelato alla vaniglia e panna montata). Non dimentichiamoci però un altro tratto caratteristico dei Kaffeehäuser: i dolci fatti in casa. La pasticceria è uno dei punti forti della gastronomia austriaca, e alcuni locali di Vienna hanno costruito la propria fama sulla creazione di una specialità, come il Café Sacher, dove ci si può fermare per gustarsi una fetta della deliziosa Sachertorte.