A breve un Dpcm che prevede lockdown per le zone con alto Rt, proteste in giro per il Paese

Non ci resta che chiudere sembrerebbe, Francia, Germania ed altri paesi stanno già decretando chiusure localizzate alle zone con Rt elevati, è questa l’ipotesi a cui sta lavorando il governo. Del tema si sarebbe parlato nella riunione d’urgenza tra Giuseppe Conte, i capi delegazione ed il Cts. Il premier avrebbe dato un’accelerata, anticipando a lunedì l’intervento al Parlamento sulle nuove misure contro la pandemia, per poi definire un nuovo Dpcm.

Conte avrebbe manifestato l’esigenza di coinvolgere le opposizioni. Nella valutazione del premier e delle forze di maggioranza – a quanto si apprende da fonti qualificate – c’è anche la possibilità di predisporre lockdown territoriali. Nel frattempo a Firenze, come in molte altre città d’Italia, hanno luogo tumulti e scontri per la manifestazione contro i vari lockdown, almeno una ventina di persone sono state fermate. Alla fine il bilancio è di 4 arresti e 24 denunciati. In totale sono 10 i feriti lievi tra gli appartenenti alle forze dell’ordine. I manifestanti hanno anche danneggiato un’auto della polizia sfondandone i finestrini. Un gruppo è stato disperso con un lancio di lacrimogeni.

Tre o quattro bombe molotov sono state lanciate contro la polizia durante gli scontri in via dell’Albero. Per questo sono state fermate quattro persone di area antagonista. Da quanto spiegato dalle forze dell’ordine a lanciare le bottiglie molotov sarebbero stati almeno due manifestanti che indossavano delle tute rosse. Individui così abbigliati sono stati poi rintracciati e fermati poco dopo nella vicina via il Prato insieme ad altre altre due persone. Le fiamme provocate dalla molotov hanno annerito una parete. Lungo il percorso della manifestazione molte fioriere, anche di grandi dimensioni, sono state rovesciate. I manifestanti non farebbero parte di un’unica gruppo organizzato ma sarebbero di varia estrazione politica. Tra queste anche alcune persone scese in piazza per manifestare pacificamente e che visto il perdurare degli scontri hanno lasciato la protesta.



Alessandra Filippello