5 buoni motivi per avere un blog aziendale

In WEB by redazioneLeave a Comment

La ricerca della visibilità è un obiettivo che ogni impresa può conseguire anche con l’aiuto di un blog aziendale, ormai consigliato da tutti gli esperti di marketing digitale: ecco quali sono le ragioni per progettarlo e svilupparlo.

Che si parli di blog aziendale o di corporate blog, il concetto è sempre lo stesso: secondo l’inbound marketing, questo strumento è centrale in una strategia di posizionamento sui motori di ricerca e ai fini della visibilità di un marchio. Ma quali sono i motivi per cui è indispensabile averne uno?

La prima ragione va individuata nel fatto che il blog costituisce un luogo in cui l’azienda ha la possibilità di comunicare con i clienti in modo diretto: lo si può considerare una sorta di megafono, ma al tempo stesso la voce ufficiale del marchio, che per di più consente di ricevere contributi e offre l’opportunità di conoscere le opinioni e i commenti degli utenti. Insomma, non un canale di comunicazione univoco, ma a due vie. Esso, inoltre, è il contenitore di tutti i contenuti: al di là dell’apparente ripetizione dei termini, ciò vuol dire che è il punto di partenza per la diffusione e la condivisione di testi, foto, video, infografiche, e così via.

Il secondo dei buoni motivi per cui vale la pena di avere un blog aziendale va identificato nella facilità di gestione che lo caratterizza. Si pensi alla differenza tra la stesura di un testo per un blog e la creazione di un video da pubblicare sui social network o su Youtube: nel caso del filmato, c’è bisogno di effettuare le riprese, di provvedere al montaggio, di inserire gli effetti sonori, e così via. Questo non vuol dire che per il content marketing i video non servano, anzi: ma semplicemente che scrivere un post è meno impegnativo. A parità di risorse e di tempo a disposizione, il blog si dimostra molto più efficiente.

L’aumento del traffico di cui si può beneficiare è la terza ragione che dovrebbe indurre ad aprire e a gestire un blog aziendale: esso è destinato a incrementare il numero di visitatori, e quindi di potenziali clienti, per il sito web di riferimento e, nel caso in cui sia presente, anche per l’e-commerce. Ovviamente, affinché ciò sia possibile è indispensabile che il blog venga aggiornato con costanza e non lasciato a sé stesso. Ciò implica curare non solo i contenuti, ma anche il contenitore, per esempio personalizzandolo dal punto di vista grafico: per fortuna grazie a Hubspot CMS o a WordPress, raggiungere questo traguardo non è difficile.

Il quarto motivo per cui è bene focalizzarsi su un corporate blog ha a che fare con la possibilità – se si è molto bravi, con la certezza – di rivolgersi al proprio target di riferimento. La consapevolezza che il messaggio che si intende trasmettere sarà recepito dal pubblico di potenziali clienti a cui si mira è di fondamentale importanza per una strategia di marketing vincente. Interpretando i dati di accesso e le statistiche di condivisione dei post, si hanno a disposizione delle informazioni decisamente preziose anche ai fini dell’aggiornamento della percezione dei prospect.

Infine, l’ultima – ma non meno importante – motivazione per la quale è indispensabile fare affidamento su un blog aziendale è quella che chiama in causa lo storytelling: tale strumento si dimostra un veicolo di eccezionale importanza per divulgare la mission e i valori di un brand. Insomma, per un’azienda è fondamentale non solo parlare dei propri prodotti e dei servizi che vengono messi a disposizione della clientela, ma anche allargare lo sguardo e veicolare i principi e le storie del marchio, per dare un’impronta più personale che contribuisce ad avvicinare il target, sempre interessato ai dietro le quinte e ai backstage.