4Graph e Megazinne, insieme per la rivista benefica dedicata al seno nella cultura pop

“Una rivista sul seno femminile chiamata Megazinne: la prima volta che l’abbiamo vista ci siamo innamorati di questa idea fresca, ironica, serissima. Dovevamo stamparla: non potevamo accettare che rimanesse solo un’intuizione. Così ci siamo offerti per darle vita su carta, produrla, venderla e farla conoscere, garantendo di devolvere tutto in beneficenza”.

A spiegarlo è Biagio Di Mambro, CEO di 4Graph, brand italiano della tipografia che sin dalla sua fondazione, nel 2008 a Latina, ha sposato i valori della sostenibilità e della cultura.

“Dal punto di vista editoriale, Megazinne nasceva come rivista online dall’incontro fra Ilena Ilardo, editor e direttrice della rivista, e Giulia Vigna, graphic designer e art director. Abbiamo proposto loro di stamparla e distribuirla a nostre spese, rendendo così il progetto ancora più attraente – spiega Di Mambro – grazie a una stampa di alta qualità e a edizione limitata”.

Oltre a cambiare la percezione del seno femminile, questo magazine benefico mira a mutare l’idea stessa del corpo femminile attraverso articoli, approfondimenti e riflessioni sugli aspetti contemporanei delle questioni di genere, nonché ad assolvere a uno scopo benefico: l’intero ricavato della vendita viene donato a LILT Firenze, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, e DiRe, Donne in rete contro la violenza.

Megazinne affronta con esperti e senza preconcetti tematiche di stringente attualità come la censura, la religione, la cultura pop e la salute.

“Il successo dell’iniziativa è stato ad oggi straordinario: oltre 3.000 copie vendute, tutte acquistate online sul nostro sito, stampate on demand e consegnate  – prosegue il CEO di 4Graph – e siamo fieri di poter supportare concretamente delle realtà in prima linea nel campo della salute e della lotta alla violenza di genere. Con Megazinne abbiamo provato a dare una nuova prospettiva sull’argomento, parlando del seno nella cultura pop e nelle rappresentazioni mediali con l’obiettivo di livellare ogni forma di pregiudizio e preconcetto. L’incredibile successo dell’iniziativa dimostra anche come, la stampa su carta, sia ancora uno strumento valido e soprattutto in grado di trasmettere valore in maniera tangibile”.

La parte conclusiva della rivista contiene ben 168 pagine piene di capezzoli non censurati, illustrazioni di artiste e artisti italiani e internazionali, un posterone erotico old-school e tantissime pagine con riflessioni sugli aspetti cruciali del dibattito.

“Sotto il profilo grafico – conclude Biagio Di Mambro – abbiamo cercato di valorizzare al massimo le potenzialità grafiche della tematica attraverso l’impiego di carte pregiate e al tempo stesso riciclate, inchiostri sostenibili e modalità di stampa non impattanti. Questa splendida iniziativa è un’ottima occasione per sostenere su carta, in modo pop e accattivante, la lotta per le pari opportunità”.

Chi è 4Graph 

Nata nel 2008 a Latina per mano di Biagio Di Mambro e Antonio De Crescenzo, 4Graph è una tipografia online tutta italiana che sin dalla sua fondazione ha sposato i valori della sostenibilità a 360 gradi. Preferendo da subito gli inchiostri a base vegetale, l’impresa italiana ha poi espanso il suo impegno riuscendo a creare un ecosistema virtuoso in cui ogni passaggio, dall’ordinazione online alla fase di stampa, risponde ai criteri della trasparenza e della tutela ambientale.

“Il nostro settore è spesso associato alla scarsa sostenibilità – spiega il co-fondatore di 4Graph Biagio Di Mambro – ma sin dall’inizio della nostra avventura imprenditoriale abbiamo voluto dimostrare come stampare senza danneggiare l’ambiente sia un obiettivo ampiamente realizzabile, se approcciato con la giusta prospettiva. Abbiamo sempre riconosciuto l’importanza delle tematiche legate alla sostenibilità ambientale, attenzione che intendiamo concretizzare ulteriormente grazie all’utilizzo delle risorse energetiche rinnovabili in tutti i nostri processi produttivi”.

Proprio grazie a queste caratteristiche 4Graph è stata riconosciuta come la migliore tipografia online italiana dall’ITQF, l’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, che ha assegnato all’impresa di Latina il premio Best Shop nella categoria “Foto e Stampa“. Dopo aver puntato fin dall’inizio sulle buone prassi per la fornitura di prodotti e servizi attraverso il commercio elettronico, 4Graph ha poi sviluppato un approccio molto trasparente a testimonianza del suo impegno per l’ambiente.

“Uno dei prossimi investimenti sarà la creazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica in modo autonomo e pulito, che ricoprirà i tetti del nostro stabilimento produttivo” aggiunge Di Mambro.

Oltre all’attenzione verso gli inchiostri e all’energia che 4Graph utilizza per produrre le realizzazioni, tutti i prodotti vengono confezionati non nel nylon (una fibra sintetica realizzata con il petrolio) bensì nel cotone organico, un materiale del tutto biodegradabile e che può essere riciclato con facilità. Sia a livello di carte utilizzate sia a livello di filiera, 4Graph pone molta attenzione alle certificazioni riconoscibili affinché i prodotti possano essere efficaci per gli utenti ma allo stesso tempo un sostegno concreto per l’ambiente.

“Anche i foglietti delle istruzioni, che includiamo ad esempio nel nostro Puzzle personalizzato e completamente sostenibile, è stampato su carta riciclata e contiene dei semini che possono poi essere piantati una volta terminata la lettura. Per implementare la sostenibilità utilizziamo carta FSC, di cui il 97% degli scarti di lavorazione viene riciclato e il restante 3% smaltito in sicurezza. Non a caso una frase che abbiamo scelto per rappresentarci è ‘Stampa facile, stampa felice”.



redazione