La storia di Cass, Kiaya e Keller vi farà vergognare di essere “solo umani”

Questa è la storia di tre cani, tutti fratelli. Vivevano felici con la loro umana, che li coccolava e li viziava con tanto amore. Improvvisamente la femmina di Akita, di nome Kiaya, comincia ad avere dei problemi alla vista: gli viene diagnosticato un glaucoma.

Inizia il calvario, nel 2013 gli asportano l’occhio sinistro. Nel 2014 gli tolgono anche quello destro. Kiaya sprofonda nel buio, non mangia più, si sente persa e spaventata, si sta lasciando andare…

Improvvisamente però i fratelli di Kiaya, Cass e Keller, si trasformano, diventano due angeli custodi, due protettori, diventano gli occhi di Kiaya.

E’ Jessica VanHusen a raccontare la storia, la loro mamma adottiva.

“Cass e Keller hanno cominciato a camminare di fianco a lei, pelo contro pelo. La tengono sempre in mezzo a loro, evitano che sbatta da qualche parte e la guidano.” racconta Jessica.

«Cass permette sempre a Kiaya di arrivare per prima al piatto del cibo e aspetta che inizi a mangiare. E quando li devo far salire in auto, lui si appoggia contro di lei per tenerla ferma, perché a volte è un po’ agitata».

«Cass e Keller stanno cercando di proteggerla con una lealtà sorprendente. Un legame solido, il loro, che la malattia di Kiaya ha rafforzato.”

“Kiaya da sola non ce l’avrebbe fatta.” racconta Jessica.

«Questi animali sono speciali, e meritano di non essere soppressi o abbandonati».Dice Jessica, sperando che la gente capisca che gli animali disabili devono e possono avere una vita felice.

Certo è, che gli animali dimostrano in così tanti modi, la loro superiorità emotiva, che spesso viene spontaneo vergognarsi di essere “solo umani”.



redazione