La favola barocca di Vivetta alla Milano Fashion Week

Silvia Menon

In #Lifestyle, #Moda / Silvia Menon / Comments

Ambientazione barocca, arazzi alle pareti, stucchi decorati nei soffitti e lampadari di cristallo. Questa è la Milano Fashion Week di Vivetta, che tra abiti fiabeschi ci teletrasporta in un mondo da favola.

View this post on Instagram

At #VivettaFW19 Fashion Show a quilted sofa inspires the puffer jacket 🛋🍬🎀 #Vivetta #mfw

A post shared by VIVETTA (@vivetta) on

La collezione che sfila per Vivetta autunno/inverno 2019-20 è completamente immersa nei colori e nelle fantasie. Questa collezione si rifà ad Alice nel paese delle meraviglie e ti catapulta in un universo parallelo, ricco di incanto, magia e sogni. E se si parla di sogni perchè non usare dei piumoni in seta cangante per confezionare dei capispalla eleganti, ma mai sobri? E Vivetta in questo caso ci da la possibilità di portarci sempre con noi un pò del nostro mondo dei sogni, anche se si tratta del piumone. Insomma un cappotto trapuntato in piumone è perfetto per chi non vuole mai lasciare il letto.

Ma tra colori pastello e tinte piene sulle giacche spuntano anche degli specchi. Avete sentito bene. Il pezzo forte della collezione, abiti da sera eslusi, sembra proprio essere la giacca specchiata. Una giacca che riprende le fantasie delle tappezzerie in stile barocco sui toni dell’azzurro, del verde, dell’oro, del blu e che cattura anche la luce attraverso i piccoli specchi applicati.

Ma se si vuole stupire per una serata indossando i capi firmati Vivetta la parola d’ordine è: romantica trasparenza. Le trasparenze audaci e per niente celate, messe in evidenza e che lasciano intravedere il corpo, forse anche troppo in alcuni look, sono il colpo di audace femminilità di questa collezione. Per quanto riguarda il romanticismo, invece, è dato dai merletti e dai pizzi che rifiniscono e compongono gli abiti.  E di abiti ce n’è veramente per tutti i gusti. Dai più strutturati, con fantasie fiabesce, ai più morbidi e scivolati in pizzo colorato.

Vivetta ci ha dimostrato come con un po’ di fantasia anche gli adulti possano essere eterni bambini.