Intervista ai Blindur: “In 3000X c’è l’ossessione di essere felici!”

È un esperimento ben riuscito “3000remiX”, l’EP dei Blindur rilasciato il 3 luglio contenente 7 versioni inedite, rimasterizzate e remixate del brano “3000X”, estratto dall’album “A”, secondo lavoro discografico del gruppo.

I Blindur composti dal leader Massimo De Vita, Carla Grimaldi, Michelangelo micki Bencivenga, Jonathan Maurano e Luca Stefanelli hanno pubblicato nel 2019 il disco “A” accolto con entusiasmo e apprezzato dal pubblico per il coinvolgente assetto live della formazione.

“3000X” non era stato scelto tra i singoli da estrarre dal disco, così i Blindur hanno deciso di ridargli un nuovo sound lavorando in sinergia con numerosi dj e producer della scena nazionale e internazionale ossia Marco Messina, Whodamanny remix feat. Fabiana Martone, Sanacore All Stars, Indigo, il Mago, Sodo Studio (Speaker Cenzou) e ADM.

Il risultato è davvero sorprendente e ci siamo fatti raccontare tutto dal leader Massimo De Vita che ci ha svelato intenzioni e progetti futuri dei Blindur che scorsa settimana hanno anche pubblicato il video ufficiale della versione di “3000X” di Marco Messina dei 99 Posse.

Il 3 luglio è stato pubblicato l’EP dal titolo “3000RemiX”. Contiene 7 versioni inedite rimasterizzate e remixate del brano “3000X”, estratto dall’album “A”. Facciamo un passo indietro. Mi racconti perché hai scritto “3000X” e cosa significa per te?

Non so mai perché scrivo una canzone, in realtà. Di solito assecondo un’emotività o delle contingenze che mi circondano. Sono sicuro che è una canzone sul concetto di felicità. Provo a guardare la felicità dal punto di vista più pericoloso cioè l’idea di ricercarla continuamente che può diventare un’ossessione.

Ci sono anche molte immagini nella canzone frutto di viaggi fatti, ricordi e proiezioni sul futuro.

È piuttosto complesso spiegarla.

All’inizio della canzone canti: “Felicità è il nome del coltello che tortura l’umanità/si trova nelle storie degli anziani di ogni civiltà/e anche tu lo portavi tra i denti e ogni volta provavi a baciarmi”. La felicità è matrigna per te come la natura per Leopardi?

Potrebbe esserlo. Non tanto la felicità ma l’ossessione di essere felici. Viviamo in un momento in cui si deve arrivare primi in tutti i campi della vita. Mi sembra che questa ricerca di primato collegata al raggiungimento della felicità potrebbe essere molto negativa. È il motivo per cui parlo di un bacio che si trasforma in una ferita.

Sempre nella canzone, intoni: “e io e te saremo finalmente soltanto animali”. Cosa intendi dire?

Nell’idea della natura c’è qualcosa di molto bello e interessante. La natura si muove oltre il segno del concetto del bene e e del male. Nella mia provocazione dell’essere finalmente animali mi auspico un ritorno a quella parte primitiva, più essenziale.

L’Ep ha ben sette versioni di “3000X”. Come mai hai dato vita a questa idea?

Con Blindur c’è sempre la volontà di collaborare con altri artisti anche mescolando rapporti diversi.

Siccome “3000X” non è stata rilasciata come singolo prima dell’uscita del disco, mi sembrava giusto dargli una possibilità in più dato che nel corso dei mesi è diventato importante nei nostri concerti.

Tra le sette versioni qual è quella che ti piace di più?

(ndr. ride) E questo non me lo puoi chiedere! Allora ci sono delle versioni in cui mi sono divertito tantissimo. Considera che in alcuni casi abbiamo preso le tracce della canzone e le abbiamo date ai producer e ai deejay coinvolti per farli lavorare. In altri casi, invece, loro ci hanno chiesto di intervenire sulle loro versioni magari cantando o risuonando delle parti. È stato un procedimento molto divertente.

Nel caso della versione di Marco Messina dei 99 Posse, mi ha toccato particolarmente perché sono cresciuto con i 99 Posse e trovarmi in studio con Marco è stato un sogno.

Potrei raccontare di ogni versione tra le sette una storia perché la realizzazione è legata anche ad una storia personale, di amicizia e di stima reciproca.

E secondo me sono venute fuori 7 versioni – sette perché per me è un numero magico – super diverse ma unite perché hanno perfettamente intuito cosa c’è nella canzone.

Cosa c’è in agenda per i prossimi mesi?

Eravamo nel pieno di un tour prima della pandemia e saremmo dovuti partire in estate per gli Stati Uniti. È stato annullato causa covid. Faremo però dei concerti. Siamo curiosi di sapere come andrà a finire la nostra esperienza con HumusCultura, ci aspetta la finale del Premio Bindi a Settembre e stiamo lavorando a delle nuove canzoni in studio provando a immaginare un terzo disco da rilasciare nel 2021.



Sandy Sciuto