I poliziotti gli si presentano a casa perché il suo pappagallo urla “Fammi andare via” con la voce di una donna

Una famiglia in Florida ha sentito delle urla veramente allarmanti provenire dalla casa del vicino: quella che sembrava la voce di una donna che chiedeva insistentemente aiuto. Temendo il peggio i vicini, hanno chiamato la polizia per segnalare la situazione apparentemente pericolosa. Una telecamera di sicurezza, tuttavia, ha colto il momento in cui diversi agenti della polizia sono arrivati a casa del sospetto rapitore per trovare qualcosa di veramente molto più divertente della contorta scena del crimine per cui erano preparati e pronti a fare irruzione.
Il video mostra gli ufficiali che si avvicinano a un uomo che con serenità stava facendo dei lavoretti alla propria macchina sul vialetto di casa. In risposta alle loro domande, il sospetto non riesce a non trattenere le risate, e subito dopo si offre di mostrare ai poliziotti la fonte delle urla, e in men che non si dica torna un con Rambo, il suo amato pappagallo amazzone dal naso giallo, appollaiato sulla sua mano che ripete “Fammi andare via!”.

L’uomo ha raccontato agli ufficiali della polizia che possiede quel pappagallo sin dall’infanzia (pensate che Rambo ha ben 40 anni!). Con un legame del genere, deve essere così abituato alle buffonate del suo membro pennuto che si dimentica che il vocabolario di Rambo potrebbe allarmare alcune persone. In un’intervista a un giornale locale, ha aggiunto che ha insegnato a Rambo a chiedere aiuto quando era bambino per infastidire i suoi genitori. Probabilmente in quel momento non si era reso conto di aver creato un mostro.
I pappagalli amazzonici, una famiglia che incapsula diverse specie per lo più verdi, sono tra i pappagalli domestici più popolari grazie al loro talento nel raccogliere le parole. Esiste un anagrafe della specie che avverte i potenziali gestori che gli uccelli, che possono vivere per almeno 50 anni, amano recitare per attirare l’attenzione. Hanno anche ricordi eccellenti e cattive abitudini, quindi si consiglia ai proprietari di stare attenti a ciò che dicono davanti ai loro pappagalli. Ops!



Andrea Calabrò