Fonte: SerieAnews.com

EURO 2020: tifosi a pieno regime sui social con picchi da record

La finale di EURO 2020 è ormai alle porte. I tifosi a poche migliaia sono riusciti a tornare negli stadi per sostenere la propria Nazione, ma la maggior parte è rimasta fuori a causa delle limitazioni. Come fare? Semplice, attraverso i social!

L’edizione attuale degli Europei continua a registrare numeri da record sui social media, superando la quota di 45 milioni di post su Facebook! Numeri da capogiro che dimostrano l’effetto europeo sui tifosi, impazienti di voler tornare alla normalità.

Ironia della sorte, però, Tik Tok, main sponsor della manifestazione, si trova dietro alla famiglia Facebook in termini di interazioni. Probabilmente il gap è dovuto all’età media dei tifosi “social”, per lo più millennials e di conseguenza poco attivi sul social cinese, più in voga invece nella generazione Z, che pare essere sempre più lontana dal calcio.

EURO 2020: i social come strumento di tifo

Secondo una ricerca statunitense pubblicata a fine 2020, infatti, i giovani della generazione Z non sembrano molto appassionati allo sport, essendo piuttosto infastiditi dall’idea di seguire una partita dall’inizio alla fine, preferendo assistere solamente agli highlights. Tuttavia, guardare solamente le azioni salienti a fine partita, non permette di essere in “connessione live” con l’evento sportivo, riducendo al minimo l’interazione diretta sui social.

Analizzando i dati social, infatti, si evince che i tifosi non si limitano a tifare la propria Nazionale e ad esaltarne i risultati, ma soprattutto si registra una grande quantità di post ironici e goliardici, spesso rivolti a tifoserie “nemiche”. Basti pensare, ad esempio, all’onda social generata dalla sconfitta della Francia da parte della Svizzera, talmente enorme quasi da coprire l’euforia per il passaggio del turno dell’Italia contro L’Austria.

Guardando ai singoli calciatori, spicca ovviamente la figura di Cristiano Ronaldo, il giocatore più “chiacchierato” del torneo, che ha superato proprio in queste settimane quota 300 milioni di follower sui social.

Alcune settimane fa, invece, la Nazionale Italiana era finita al centro delle discussioni di Twitter grazie all’Inno di Mameli. L’interpretazione del Canto degli italiani, infatti, ha colpito fortemente molti utenti anglosassoni, tra cui le emittenti ESPN e Bleacher Report, che hanno sottolineato in diversi cinguetti la grinta con cui i calciatori ed i tifosi cantano l’inno.

Insomma, EURO 2020 ha permesso a tutti di distarsi, di avere un assaggio di normalità attraverso il gioco più bello del mondo. Per il momento purtroppo non tutti i tifosi hanno avuto la possibilità di tornare a godersi lo spettacolo live, ma i social, per una volta, hanno svolto una funzione fondamentale: dare l’opportunità di gioire come se ci si trovasse tutti nello stesso stadio!



Paride Rossi