Copenhagen progetta il Parkipelago fatto di isolette galleggianti perfette per il distanziamento sociale

In un momento difficile come quello che stiamo passando, a Copenhagen pensano al futuro, chiedendosi come si possa tornare ad utilizzare gli spazi comuni rispettando sempre le distanze sociali. E da questo nasce un grande progetto, quello presentato da Marshall Blecher e Magnus Maarbjerg dello Studio Fokstrot. Questo progetto introduce l’idea di un particolare parco, un tipo di parco completamente innovativo: il Parkipelago. Un insieme di piccole isole posizionate sull’acqua nella zona del porto che risultano anche facili da riposizionare.
Il primo prototipo di un’isola di questo tipo è stata lanciata già nel 2018, quando un’isola costruita su una piattaforma di legno di 25 metri quadrati ha ospitato una mostra fotografica con anche diverse conferenze. La struttura, fatta in legno, era stata costruita a mano nei cantieri navali del porto della città e al centro è stato posizionato un tiglio alto 6 m.
Per quest’anno sono previste altre tre nuove isolette e tutte saranno raggiungibili in barca, in kayak oppure a nuoto. Un’ottima soluzione per passare del tempo all’aria aperta, pescando, nuotando ma potendo anche raggiungere dei piccoli bar, sempre galleggianti sull’acqua del porto.
Queste isole saranno disposte in zone del porto inutilizzate e saranno così pronte per chi di più avventuroso ci voglia arrivare. D’inverno invece le isole verranno unite e così potranno essere destinate ad ospitare eventi speciali.
Nella parte superiore queste isolette avranno alberi e cespugli e soprattutto in questo periodo di distanziamento sociale, cosa ci potrebbe essere di meglio?



Rebecca Broomfield