Arredamento da giardino, quali mobili scegliere e dove comprarli 

Come arredare il giardino per l’estate? Quali sono i mobili da preferire e quelli da evitare? Tutto quello che bisogna sapere riguardo l’arredo per l’outdoor a Rimini e dove acquistare per avere prodotti made in Italy di qualità. 

Spazio esterno da arredare a Rimini

Se si dispone di uno spazio all’aperto, in estate si può sfruttare per trovare un fresco angolo relax al ritorno dal lavoro. Per rendere il tutto migliore, bisogna scegliere i mobili giusti e acquistarli in un punto vendita specializzato, come ad esempio Arredamento Pari: oltre ad essere esperti di cucine su misura e living, l’azienda da un po’ di anni sta diventando il punto di riferimento per le tendenze arredo per l’outdoor a Rimini e in tutto il territorio italico. Però, il dilemma di molte persone che intendono abbellire l’esterno è: come arredare il giardino? 

Oltre allo stile che si vuole adottare, bisogna tenere conto di altri particolari fondamentali, come ad esempio lo spazio disponibile e se si vuole creare un piccolo angolo di Paradiso o una stanza aggiuntiva a cielo aperto. Qualsiasi sia la scelta, si dovrà capire come arredare l’outdoor e dove comprare tutto il necessario, soprattutto per non incappare in acquisti sbagliati o, peggio, truffe. 

Materiali migliori per mobili da giardino 

La tendenza 2019 è quella di catapultare lo stile indoor anche negli spazi esterni, materiali permettendo. Infatti, quelli adatti all’outdoor saranno decisamente diversi e più resistenti alle intemperie, agli sbalzi termici e soprattutto ai raggi del sole. Infatti, essi non si rovineranno dopo le piogge e non sbiadiranno. Una scelta sbagliata è quella di puntare tutto sul lato economico e di optare per la classica plastica bianca o verde. In realtà, questa opzione si rivelerà un disastro, in quanto solo in una stagione si noteranno crepe e parti sbiadite. 

Nonostante sia plastica trattata per l’uso esterno, questo materiale è poroso e quindi poco igienico. Alghe, muffa e sporco penetrerebbero nella superficie porosa, macchiando il tutto in maniera indelebile. Se la disponibilità economica non permette materiali migliori, il consiglio è quello di scegliere un motivo effetto paglia intrecciata in bianco o nelle sfumature del marrone, almeno per salvare l’estetica. 

Tra i materiali per arredare il giardino in maniera elegante e raffinata senza pentirsi dell’investimento fatto, il teak, il rattan, il vimini e il ferro battuto sono quelli suggeriti dall’azienda riminese, visto che le grandi marche di cui è rivenditore ufficiale li usano a piene mani. Deciso il materiale e calcolato gli spazi al centimetro, basterà solo decidere la composizione. 

Arredo outdoor giardino

La composizione outdoor standard prevede il tavolo con le relative sedie, ma si possono creare varie soluzioni. Ad esempio, si può riprodurre un salottino in cui rilassarsi e ricevere gli ospiti durante le belle e calde giornate estive. Qualora si voglia portare avanti questo progetto, la comodità diventa molto importante e quindi sono fondamentali dei divanetti o delle poltrone da esterno, magari con tavolini per avere piani di appoggio in più. 

Per chi ha una piscina, o comunque ci tiene alla tintarella, può optare per la creazione di un solarium: si tratta di uno spazio dedicato al relax e al sole, in cui si dovranno aggiungere lettini da giardino, chaise longue con cuscini da esterno e imbottiti adatti allo scopo. Estate significa anche cene o pranzi all’aperto, magari col classico barbecue. Perché non trasformare una porzione esterna in una cucina all’aperto collegata a un tavolo allungabile e delle sedute, magari richiudibili e perciò salvaspazio, per gustarsi una bella bistecca ai ferri? 

In questo caso, comunque, la prudenza non è mai troppa. Il Sole purtroppo non è più quello di una volta e potrebbe provocare danni irreversibili alla pelle, specie a quella sensibile. Creare un gazebo e dotarlo di tende con filtro UV e soprattutto zanzariere, allo scopo di tenere alla larga i raggi nocivi e gli insetti molesti, sarebbe una soluzione economica visto il costo delle cure per il cancro alla pelle. In alternativa, ci si può dotare di ombrelloni, oppure delle tende da sole o posizionare il tutto sotto un pergolato già esistente.