Crediti: Drug Addiction Clinic

Abbandona al pronto soccorso la propria bambina di pochi mesi appena sa che è positiva al coronavirus

Sconforto, paura, cosa può spingere una madre ad abbandonare il proprio figlio neonato al pronto soccorso dopo aver appreso l’esito del tampone orofaringeo che conferma la positività del piccolo al coronavirus. Una donna ha portato la figlia neonata al Pronto soccorso di Palermo per il tampone sul Covid. Dopo l’esito del test, che si è rivelato positivo, la donna è stata allontanata per le normali procedure ma non ha più fatto ritorno in ospedale e risulta irreperibile. “Il personale ha tentato per giorni di contattarla – spiega Marilù Furnari, della direzione sanitaria – ma inutilmente. A quel punto abbiamo avvisato le forze dell’ordine del possibile abbandono”. Le ricerche condotte dalla Polizia non hanno ancora permesso di rintracciare la donna, che dopo aver lasciato i propri dati all’accettazione dell’ospedale sembra essere scomparsa, nessuna notizia e nessuna traccia di lei. Ma cosa ancora più assurda il fatto che nessuno abbia fatto richiesta sulle condizioni di salute della piccola, che al momento non ha genitori rintracciabili. Sono 25 i bambini ricoverati per Covid-19 nel reparto di Malattie infettive guidato da Salvatore Giordano. Nell’ultimo mese sono arrivati 17 bambini da quando hanno riaperto le scuole. “Solo quattro hanno qualche complicazione, gli altri stanno bene saranno dimessi appena negativi – aggiunge Furnari -. La neonata lasciata qui dalla madre è tra i bimbi che stanno meglio, almeno dal punto di vista clinico”. Il covid sta causando infinite problematiche legate anche alla sfera psicologica di molte persone, la paura del contagio si distribuisce forse ancora più del virus tra la popolazione, ma che una madre fugga dalla sua bambina di pochi mesi, solo perché risulta positiva al coronavirus, non è di certo accettabile di certo in alcun modo.



Alessandra Filippello