Viaggi nel mese di giugno: ecco le mete ideali

Catiuscia Polzella

In #Instaworld, MONDO, social up / Catiuscia Polzella / Comments

Ci siamo: l’estate è alle porte. Il mese di giugno, infatti, inaugura ufficialmente la stagione estiva ed il periodo delle tante agognate ferie. Giugno rappresenta per molti il mese ideale per una vacanza rilassante al caldo: non si è ancora nel pieno della stagione per cui i costi sono minori, e in più non c’è il sovraffollamento tipico del periodo luglio – agosto. Quali sono dunque i posti migliori, in Europa e nel mondo, per concedersi una vacanza a giugno?

La scelta è ardua, ma non temete. Come ogni mese, noi di Social Up siamo pronti a consigliarvi le mete ideali da visitare in questo periodo dell’anno, per godere nel migliore dei modi delle bellezze locali. Oltre alle classiche mete al mare, tanti sono i luoghi che vale la pena visitare nel mese di giugno, sia in Europa che nel resto del mondo. Per chi non è pronto per la prova costume, la Filandia potrebbe essere l’alternativa ideale. Passato il freddo invernale, infatti, il giugno finlandese riserva delle bellissime soprese, dalla capitale Helsinki al Villaggio di Santa Claus a Rovaniemi, da un safari in motoslitta ad una serata ad ammirare la notte bianca (senza cioè il tramonto del sole, NdR). Per gli amanti del sole, del mare e delle spiagge, invece, l’Indonesia è la scelta giusta. Dunque, non ci resta che partire!

Finlandia

La Finlandia è una nazione che offre un ventaglio infinito di attrazioni: dalla regione dei laghi alla natura incontaminata della Lapponia, per non parlare delle arti, della cultura e del divertimento. Scegliere le tappe dell’itinerario non è per nulla facile, anzi potremmo parlare di una vera e propria impresa. Il tour non può non partire dalla sua capitale Helsinki dove sono presenti numerosi musei e vari siti d’interesse. Vi consigliamo di visitare il Museo Nazionale con i suoi reperti archeologici, monete e collezioni storiche che fanno parte della storia del popolo finlandese. Da non perdere anche il Museo di Arte Contemporanea, nel quale si possono ammirare varie opere d’arte di artisti locali emergenti ed internazionali, ed il Designer Museum, il quale espone ben 75 mila pezzi di arredamento, tra collezioni del posto e di paesi esteri. Un altro sito d’interesse di Helsinki, riguarda il mercato coperto, costruito nel 1889 e dove è possibile acquistare i prodotti tipici della Lapponia. Per finire, è d’obbligo ammirare l’Havis Hamanda, una fontana di bronzo simbolo della capitale finlandese.

Percorrendo la costa occidentale, si arriva agevolmente all’interessante cittadina di Rauma, patrimonio dell’Unesco. Altrettanto interessante è anche la località di Turku, città molto antica ed ex capitale di stato. Percorrendo la “Strada dei Re”, avrete la possibilità di ammirare piccoli villaggi pittoreschi di legno, costruiti intorno ai manieri, locande, fattorie e taverne. Di fronte a Turku, è situato l’Arcipelago delle Åland, sorto dall’erosione della costa causato da un ghiacciaio, che conta oltre 6.000 isole e isolotti di granito ricoperte da foreste e licheni, facilmente raggiungibile con il traghetto a vapore. Merita di essere visitata anche Rovaniemi, il villaggio di Babbo Natale, suggestivo in ogni periodo dell’anno. Oltre a presentare importanti opere d’arte, la Finlandia presenta dei luoghi davvero suggestivi dal punto di vista naturale, con parchi e stupendi paesaggi. Tante sono le attività con cui godere al meglio le bellezze naturalistiche, dalle passeggiate nelle foreste alla crociera sul Golfo della Finlandia, dalle avventurose corse di rally a tranquille escursioni nei tanti parchi, magari provando l’ebbrezza di un incontro ravvicinato con orsi, alci e renne.

Indonesia

Oltre 17.000 isole, ognuna diversa e più bella dell’altra. Ragion per cui non basterebbero 7 vite per girarle tutte. Ecco come potremmo descrivere l’Indonesia, uno degli stati del continente asiatico da vedere assolutamente almeno una volta nella vita. Solitamente i turisti si concentrano verso quelle che sono le mete più turistiche e conosciute, Sumatra, ma soprattutto Bali,  luogo perfetto per coloro che desiderano una vacanza all’insegna del mare, del sole, del relax e del divertimento. Rimanere indifferenti al fascino delle spiagge dalla sabbia finissima, delle verdi colline, delle foreste tropicali, del monte Agung, dei favolosi templi come il Tempio di Tanahlot in riva al mare o il Petilan Pengerebongan, è davvero impossibile. Ma forse pochi sanno che proprio vicino a Bali, a solo un’ora di speed boat ci sono 3 meravigliose isole tropicali, le Gili Island, che compensano alla grande il mare (non proprio bellissimo, a meno che siate patiti di surf) dell’isola Hindu, e che Lombok è una valida alternativa, isola inesplorata e selvaggia. Si tratta di tre isolette dal mare caraibico (la più vicina alla costa, Gili Air, la più tranquilla e selvaggia, Gili Meno e la più divertente e animata, Gili Trawangan), dove non esistono veicolo a motori, nemmeno i motorini, e l’unico mezzo di locomozione è rappresentato dai carretti trainati dai cavalli.

Se Gili Meno è la meta preferita delle coppiette innamorate, Trawangan, è quella dei giovani e per tutti coloro che desiderano un perfetto compresso tra mare, con la possibilità di fare immersioni o snorkelling, e “movida” notturna, tra musica reggae e pop. Se avete bisogno di rigenerarvi spiritualmente e fisicamente dopo tanto divertimento, vi consigliamo una mini crociera per le isole del Nusa Tengara orientale (anche dette le isole della Sonda), in particolare Flores e Komodo, alla scoperta dei famosissimi dragoni. Varani di Komodo sono rettili giganti carnivori e parecchio aggressivi ma che vale assolutamente la pena di conoscere, anche perché esistono solo in questa parte del mondo. Resterebbero da fare e vedere mille altre cose, dalle selvagge e profumate Molucche, al meraviglioso parco marino di Bunaken, ma come dicevamo per vedere l’Indonesia una vita intera non basterebbe.