credit: quifinanza.it

Cura dei veicoli: come tenerli al meglio

Automobili e moto sono strumenti davvero straordinari poiché permettono agli esseri umani di muoversi da un punto all’altro in modo semplice e veloce. Certo non saranno veloci come aeromobili o treni, ma lo sono infinitamente di più di un carro trainato da cavalli. Molti utilizzano l’auto o la motocicletta per recarsi per esempio al lavoro o all’università, così come per svolgere piccole commissioni. Trattandosi di macchinari con una miriade di componenti, spesso delicati, è importante prendersene cura per evitare che smettano di funzionare da un giorno all’altro.

Si fa spesso l’errore di pensare che una volta acquistata l’auto o la moto la spesa grossa sia ormai alle spalle, nulla di più lontano dalla realtà. I veicoli sono alimentati da carburante, che può essere benzina, diesel o persino gas come metano e GPL, il che comporta una spesa fissa da prendere in considerazione, inoltre bisogna effettuare controlli di routine, tagliando e l’immancabile assicurazione. 

Insomma, per quanto bello sia possedere un veicolo tutto proprio, questo comporta anche tanti grattacapi e, nel nostro articolo, vogliamo darvi qualche consiglio per tenerlo al meglio, evitando che comportamenti sbagliati possano portarvi a spendere più del dovuto per riparazioni straordinarie.

Dentro come fuori

In questo paragrafo vogliamo porre l’accento sulla gestione interna dell’abitacolo dell’auto. Spesso chi acquista una macchina fa molta attenzione a non graffiare la carrozzeria ma non si può dire lo stesso della pulizia interna. L’abitacolo si riempie presto di cartacce, sporcizia, monete che cadono in ogni anfratto e chi più ne ha più ne metta. Come evitare dunque che il proprio veicolo diventi un immondezzaio? Anche se siete fumatori, è bene eliminare completamente il fumo di sigaretta poiché questo si impregna e a nulla serviranno profumi, deodoranti e arbre magique: quell’odore sgradevole di bruciato resterà per sempre nella vostra automobile.

È semplice porre rimedio alle briciole, basta non mangiare in auto. Difficilmente riuscirete a mangiare qualcosa mentre siete al volante, quindi tanto vale uscire dall’abitacolo e consumare il proprio pasto in modo da non sporcare la tappezzeria e i sedili.

Se avete scarpe sporche di fango o altri residui, prima di entrare in automobile potrebbe essere una buona idea cercare di rimuovere queste incrostazioni dalle proprie calzature e, se proprio non riuscite, sappiate che esistono numerosi esercizi commerciali che lavano in modo accurato l’automobile non solo all’esterno ma anche all’interno, riportandola al suo splendore iniziale. È buona norma effettuare questa pulizia almeno una volta al mese.

Manutenzione tecnica

Rispettare le scadenze legate ai controlli programmati è il modo migliore per evitare che il veicolo ci abbandoni da un momento all’altro. La manutenzione dei filtri, come quello dell’olio e dell’aria è di vitale importanza, così come la sostituzione dell’olio qualora sia esausto e il controllo dello stato di salute del motore. 

Se avvertite strani rumori o il veicolo non vi sembra più reattivo come un tempo, potrebbe essere ora di fare una capatina dal vostro meccanico di fiducia, che potrà subito controllare se c’è qualcosa che non va. Non procrastinate poiché nel migliore dei casi è solo un problema da nulla ma nel peggiore potrebbe trattarsi di un guasto serio che a lungo andare può costare caro, soprattutto in termini di onere finanziario.

Come gestire la batteria

A volte capita che durante il periodo invernale la propria moto resti ferma in garage per lunghi periodi poiché le condizioni meteorologiche, tutt’altro che positive, impediscono di andare in giro senza un abitacolo a proteggerci da freddo, pioggia e vento. Quando arriva la fatidica bella giornata per riprendere il veicolo, però, con orrore scopriamo che non si avvia più. Il colpevole in questi casi è spesso la batteria, ma cosa si può fare in questi casi se non cambiarla? Esistono degli strumenti molto utili come i mantenitori di carica e, se siete interessati ad acquistarne uno, potete trovarne in abbondanza in questo articolo.

Cura delle ruote

I cambi stagionali, ovvero l’uso di gomme invernali o estive in base al periodo dell’anno, sono d’obbligo, ma ricordate che ogni tanto, anche senza sostituzione, è di notevole importanza il controllo della pressione, della convergenza e della rotazione. Non sono test che richiedono molto tempo e, se ne avete a disposizione vi consigliamo di fare una capatina dal vostro meccanico di fiducia. La corretta gestione delle gomme, inoltre, vi aiuterà anche a ridurre il consumo di carburante.

Con i nostri consigli riuscirete a curare al meglio il vostro veicolo, sia esso un’auto o una motocicletta, permettendo che duri nel tempo e che il suo valore non scenda drasticamente nel giro di pochi mesi. In futuro, così, la rivendita a privati a prezzi decenti sarà un’opzione possibile.



redazione